Lavori di ristrutturazione in Facoltà

Ragazze disponibili per Sesso su scopamica.com

Frequentavo tutti i giorni le lezioni in facoltà (la scuola non era lontana da casa e la raggiungevo facilmente senza nessun affaticamento e nel frattempo mi guardavo intorno in cerca di…ancora non lo sapevo bene, m al’avrei scoperto da lì a breve): le aule nelle quali esse si svolgevano erano variabili in quanto in quel periodo erano in corso dei lavori di ristrutturazione, che dovevano rendere gli ambienti più accoglienti e moderni.

Io ero una ragazza molto loquace ed in genere non faticavo a fare conoscenza con persone di ogni carattere e personalità che, solitamente, si trovavano bene a fare quattro chiacchiere con me.
Era ormai da qualche giorno che mi immergevo in lunghi discorsi con Giorgio durante la sua pausa pranzo che in genere coincideva con la mia. Giorgio era un giovane ventenne che lavorava come imbianchino allo svolgimento dei lavori in facoltà.

A dirla tutta, non solo mi trovavo particolarmente bene a chiacchierare con lui, ma giorno dopo giorno mi intrigava sempre di più soprattutto per il suo fisico possente con delle spalle larghissime, e degli occhi che mostravano uno sguardo profondo e ammirevole nei miei confronti.

Arrivò finalmente il venerdì e sia io che Giorgio avevamo il pomeriggio libero, così decidemmo di pranzare insieme per poi andare a casa sua, dove mi avrebbe fatto conoscere la sua cagnolina Shelly.
Arrivati a casa di Giorgio, fummo accolti dalle interminabili feste della cagnolina, la quale dimostrò sin da subito di gradire la mia presenza in quella casa.

Ci sedemmo sul divano del soggiorno e continuando i nostri discorsi ci ritrovammo all’improvviso uniti in un appassionante bacio che ci fece conoscere in lungo e in largo le nostre bocche.
I nostri ormoni stavano lavorando bene e le nostre eccitazioni crescevano sempre più, in lui nel senso letterale del termine, rendendo visibili le forme abbondanti della sua asta, ed in me, rendendo la mia passera bagnata e vogliosa di essere spazzata dal suo membro.

Giorgio cominciò a strusciare il suo attrezzo ancora imprigionato nei suoi pantaloni sulla mia passera attraverso i miei fuseaux: sentirmi adorata come una pornodiva o una di quelle accompagnatrici italiane con le cui immagini amatoriali era solito masturbarsi fu il petting più bello della mia vita che provocò agevolmente in me un orgasmo immenso desideroso di rinnovarsi attraverso una sperata penetrazione.

Dopo non molto, il mio imbianchino arrivò al dunque, e spogliandomi con dolcezza, tolse anche i suoi indumenti mostrando il suo giocattolino poderoso che da lì a poco avrebbe fatto vibrare di piacere il mio corpo.
La mia vagina si mostrava a lui inondata dal suo liquido, mentre la sua asta mostrandosi vigorosa ed eccitata cominciò ad affondare intensamente dentro il mio punto nevralgico del piacere.

Mentre mi assaporava i seni, le sue spinte divenivano sempre più imponenti e potevo quasi sentire i testicoli appoggiarsi contro l’ingresso della mia passera bagnata, dalla quale continuavano a colare sapidi umori per la forte eccitazione che stava provocando dentro di me.

Facendomi esprimere con urla di piacere rivelai il mio strepitoso orgasmo e il mio Giorgio imbiancò il mio ventre con la sua calda e profumata crema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *