La mamma del mio migliore amico

La mamma del mio migliore amico in settimana bianca

La mamma del mio migliore amico che non mi manda in bianco

Le fantasie sessuali di noi giovani “uomini solitamente sono popolate dalle mamme dei nostri amici e compagni di scuola.Chi da giovane non si è mai fatto una sega sulla mamma del suo compagno di giochi?Io non sono da meno!

Mi ricordo che nella mia prima settimana bianca, andai con la famiglia di quello che era il mio compagno di avventure dell’ epoca.Ero letteralmente innamorato della sorella.Una ragazza più grande di noi di circa 3 anni, che era nel fiore della sua esplosione fisica, attraeva tutti noi ragazzi.Ma veniva continuamente cercata anche dagli uomini.Bastava accompagnarla a fare shopping per capire come la guardavano tutti e come ci provavano.Ma a lei, che era ancora timida e riservata, questi apprezzamenti non piacevano e spesso cercava un appoggio morale.

Quando il mio amico mi invitò ad andare con loro in montagna per la settimana bianca, non mi parve vero e feci di tutto per convincere la mia famiglia.La possibilità di passare dei giorni, fuori dalla vita abitudinaria, con lei mi eccitava da morire.

Alla fine convinsi mia madre e mio padre e partimmo tutti quanti insieme.Subito notai la sensualità della mamma del mio amico, come aveva fatto a sfuggirmi prima.

Una bellissima donna matura, che sfoggiava tutto il suo sex appeal in qualsiasi cosa facesse.

Arrivati in montagna, mi portarono nella loro casa, una classica baita, tutta attrezzata, vicino agli impianti sciistici!Mi misero a mio agio, mostrandomi tutta la mia stanza e portandomi subito in giro per il paese, così che potessi ambientarmi.

La madre del mio compagno era molto premurosa e disponibile con me.Si fermava a parlare con me raccontandomi gli aneddoti e le storie del suo paese di origine,così entrammo sempre più in confidenza!

Il giorno dopo ci alzammo molto presto, per godere in pieno della bella giornata di sole che stava nascendo.Potevamo sciare tutto il giorno.

Io il mio amico e la sorella ci  divertimmo molto, tra gare, palle di neve, pranzo in baita, scherzi.La giornata fù meravigliosa.I giorni passavano e sembrava che il tempo si fosse fermato.

Sembrava un idillio che non dovesse finire mai!

Poi il 4° giorno sentimmo litigare i genitori dei miei amici, in maniera furiosa!Dopo un pò vedemmo uscire di corsa il papà di lui con una piccola valigia.

Scese il silenzio nella casa!

Erano tutti imbarazzati nei miei confronti.Io feci finta di niente e proposi di andare a sciare.

Passammo una giornata strana, non c’era la stessa armonia di sempre, si era rotto qualcosa!

Ma poi, piano piano, la tranquillità tornò e la giornata fu, comunque molto bella.

La mamma del mio amico tornò ad essere disponibile e tranquilla, ma si vedeva che aveva un velo di tristezza negli occhi.

Tornammo a casa a riposarci, la sera era prevista una festa in discoteca.E dovevamo essere pronti e riposati.

Mentre andavo in bagno vidi uscire la sorella del mio amico, si era appena fatta la doccia e uscendo dal bagno le era scivolato l’accappatoio, si era scoperta una spalla e si intravedeva il seno.

La cosa mi eccitò talmente che feci appena in tempo a farle un cenno di saluto e mi infilai al bagno con il cazzo che stava esplodendo nelle mutande.Mi infilai sotto la doccia e senza pensarci mi iniziai a fare una sega, pensando che poco prima si era fatta la doccia lei quì!

Pensai al suo corpo, alla sua pelle, al suo odore, al suo seno turgido e iniziai a venire!

Mi faceva uscire di testa, ma non sapevo come fare!Non sapevo se potevo dirglielo, dichiararmi!Cosa sarebbe successo con il mio amico?

Riflettendoci sù pensai che non era il caso e abbandonai l’idea!

La sera ci ritrovammo tutti insieme a cena, la madre aveva preparato un antipasto delizioso, poi un fantastico arrosto con contorno di patate e verdure al forno.

Mentre mangiavamo parlavamo della festa in discoteca che ci aspettava, ed eravamo eccitati!

All’ improvviso, sentì una fitta allo stomaco, chiesi scusa e mi diressi di corsa la bagno!Avevo un forte dolore, non riuscivo a capire da cosa dipendesse, ma rimasi in bagno per un pò!

Loro, molto premurosi vennero a sentire come stavo e la madre mi preparò una tazza di camomilla!Quando uscì dal bagno ero bianco in faccia e loro si preoccuparono.Cercavo di sminuire la cosa, ma evidentemente non riuscivo a convincerli!Il mio aspetto era abbastanza terrificante.

Così decisi, spronato dalla madre e dalla figlia a rinunciare alla serata.I miei due amici andarono alla festa ed io rimasi in casa.

Me ne stavo tranquillamente in camera, quando mi venne sete.Andai in cucina per prendere dell’ acqua.La casa era silenziosa e buia, evidentemente anche la signora si era ritirata nella sua stanza.

Rimasi un pò in cucina a bere e a guardare lo spettacolo della neve che scendeva.Poi decisi di tornare in camera.Salendo le scale iniziai a sentire dei suoni, mi avvicinai piano al punto da dove provenivano ed arrivai vicino alla stanza della madre dei miei amici, che con mio stupore era sul letto, completamente nuda, che stava giocando con una banana, la succhiava e se la infilava in mezzo alle gambe.

Decisi di andarmene in camera, ma evidentemente l’eccitazione del momento mi giocò un brutto scherzo.Inciampai nel mobile del corridoio e feci cadere il vaso.

La signora sentì il rumore e corse fuori dalla stanza.Immaginate il mio stupore quandomi trovai di fronte quella meravigliosa donna completamente nuda davanti a me!

Lei mi vide e capì che la stavo spiando.La cosa le piacque talmente, che mi iniziò a chiedere cosa avessi visto.Se mi era piaciuto.E se avevo voglia di continuare a guardare!

Così lei tornò sul letto e continuò il suo gioco, che diventò sempre più eccitante!Ora aveva chi la stava guardando!

Ero talmente eccitato, che il mio cazzo rischiava di strappare i pantaloni!

Lei se ne accorse ed inizio ad infilarsi tutta la banana nella sua fica!

All’ improvviso venni, i miei pantaloni si bagnarono tutti quanti!Ma invece di ammosciarsi il mio pisello rimase duro come il marmo!Quello che vedevo era il migliore dei sogni che un ragazzo può fare!A quel punto il mio pensiero fù quello di andare via!

Ma lei mi trattenne prendendomi per una gamba e mi disse :“dove vai? Non c’è nessun problema per me, anzi mi fa piacere”.

Mi guardò negli occhi con aria da troia e mi abbassò i pantaloni, il mio cazzo durissimo la colpì in viso. “Mmm bello, mi piace”; si inginocchiò lo afferrò e iniziò a segarmi lentamente, dopo di che se lo prese in bocca in maniera molto dolce e mi leccò infilandosi tutto il cazzo in bocca, si capiva che era esperta; io le misi una mano sulla nuca per trattenerla il più possibile con il cazzo tutto in gola e dopo continuai ad agevolarle il movimento.

Dopo la presi mettendola sul letto!Lei aprì le gambe, le sfondai la figa spingendo più che potevo. Lei gemeva di piacere, strillava, e i suoi orgasmi rimbombavano in tutta la stanza: “dai ancoraaa, non ti fermareee”, mi implorava di continuare e io lo feci. Poi mi fece sdraiare sul letto e lei si mise sopra di me e si infilò il mio cazzo nella figa e iniziò ad andare su e giù con movimenti molto sexy quasi come se mi stesse ballando sul cazzo.

Si metteva le mani tra i capelli e godeva. La penetrai anche con lei distesa su un fianco con una gamba alzata e io dietro.Era una fantastica fantasia, diventata realtà.

Rimanemmo un pò nel letto insieme a chiacchierare, era una persona meravigliosa!

Ci facemmo la promessa che nessuno avrebbe saputo!

Sarebbe stato il nostro segreto per sempre!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *