Escort: giro d’affari enorme anche nei comuni medio-piccoli del Nord

escort saronno

Il sesso a pagamento ha raggiunto negli ultimi anni volumi inaspettati per vedere principalmente il settentrione come territorio sul quale si sviluppa il maggior numero di accompagnatrici. Non soltanto i capoluoghi di Piemonte o Lombardia diventano quindi centri di prostituzione ma anche i comuni più piccoli. E’ il caso ad esempio di comuni come Saronno, che raggiungono un numero tale da far impallidire le città ben più popolate del sud Italia.

La città di Saronno, sita nella provincia di Varese, è un comune italiano medio-piccolo il cui numero di abitanti raggiunge a malapena le 40.000 unità. Allo stesso modo, il centro è tra i più densamente popolati di tutta la provincia. Secondo recenti statistiche effettuate tramite i principali portali dedicati alle escort, le province lombarde diventano dei veri e propri baluardi di questo crescente fenomeno che, a differenza della prostituzione, genera introiti nettamente superiori.

Al pari delle loro colleghe di Milano, le escort Saronno, Busto Arsizio, Legnano e altri centri che pure non facendo provincia hanno un elevato numero di abitanti, riescono a generare profitti mensili di circa 7 o 8.000 euro che permettono loro di condurre una vita agiata e oltre la media. Il mondo del sesso a pagamento delle accompagnatrici prolifera proprio grazie al web, dove sono presenti migliaia di annunci di ragazze che vendono le loro prestazioni sessuali come fosse una vera e propria attività imprenditoriale.

Queste giovani donne gestiscono la propria attività secondo le loro esigenze. I guadagni di cui sopra infatti risultano maggiormente notevoli in quanto frutto di poche ore di “attività”.

Come per la classe di camgirls, moltissime sono coloro che, tra le accompagnatrici, si sono avvicinate a questo mondo semplicemente per pagarsi la retta universitaria. Inutile dire che col tempo e quindi con la crescita dei guadagni, in molte abbandonano gli studi per portare avanti unicamente l’attività del

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *